bastardo come il mondo
Antonio Limonciello - 15-09-2001
un grande freddo mi ha preso alle 16,29
la seconda torre sta crollando sotto i miei occhi
110 piani di vetro e cemento si sbriciolano su Manhattan
già la prima era crollata
un aereo in diretta si era infilato nel suo petto
è un film proiettato tante volte
uno spettacolo fantastico
attacchi aerei, incendi, bombe
marziani, terroristi, pazzi criminali
sette fanatiche e videogame
tutto l'orrore immaginabile già vissuto
sta succedendo davvero?
è questa la prima domanda
la seconda è, chi è oggi Orson Wells?
Hollywood aveva fatto tutto per rassicurarci
ora il terrore dei suoi film è molto posticcio
l'america non sa sentire chi si uccide per uccidere
l'america era pazza di paura già prima dell'11 settembre
sarà un settembre nero anche per loro
New York come Shabra e Chatila
Il falco rimane in volo, la coscienza oggi è pesante
il sole scende invano su Jersey City e Newark
la ruota di Coney Island gira ancora nella notte
ma le bacchette infilate nel culo di Manhattan
come i Bhudda afgani
sono tornati polvere per sempre
Oggi si dovevano incontrare Perez ed Arafat
loro sanno che stanno perdendo la partita
Talebani, Jihad Islamica e Fronte Popolare
Hezbollah, Hamas e Osama Bin Laden,
si proclamano tutti innocenti
presidente Bush cosa bolle nelle viscere americane?
gli uomini allevati tra petrolio e Tbone
stanno lavorando allo scudo stellare
si scoprono vulnerabili in una scuola in Florida
aerei civili si alzano dal suolo americano
per affondare nelle carni d'acciaio del WTC
alzate la testa vermi di tutto il mondo
topi uscite dalla fogne
il gatto mammone ha le palle d'argilla
l'aquilotto perde le penne
Luttwak è livido di rabbia e di ignoranza
non ha visto prima e non capisce adesso
Luttwak ha un cancro al posto del cervello
20.000 morti aspettano ammucchiati
in diretta c'e' Pearl Harbor 2001
l'america è in ginocchio
ed ora 3 minuti di pubblicità.
Le borse vanno giù
400 miliardi di Dollari bruciati in Europa
denaro facile, implorano i finanzieri
la gente muore, loro vogliono più ricchezza
è per l'economia mondiale, piagnucolano
la Torre di Babele crolla
la striscia di Gaza balla e mangia cioccolatini
Giovanni Paolo vede il diavolo possedere il mondo
sgomento, esacrazione e orrore, gli italiani si rappresentano così
100 occidentali per 100.000 iracheni
1 kamikaze, 500 americani
signori calcolate la redditività
alla fine dell'anno premio di produzione
le azioni kamikaze schizzano in alto
caleranno quelle delle assicurazioni
gli investitori calcolano i danni e tutto avrà un prezzo
le torri, la vita del cameriere come del finanziere


io, bastardo come il mondo, confondo il dolore
mi hanno rubato la pietà
essiccata lungo anni di morti senza valore
il sole va giù
i ragazzi giocano nel cortile
giovani coppie si abbracciano sulla panchina
entra l'amministratrice mi chiede i soldi del condominio
davanti la TV mi informa del litigio all'ultima assemblea
oh gente che state facendo!
è in corso un grande spettacolo
le Twin stanno crollando
sirene impazzite e pompieri morti come mosche
un torrente di polvere inghiotte camice bianche a maniche corte
gli uffici stavano bruciando
non hanno potuto cambiare le scarpe da ginnastica
in mano non hanno il bicchiere termico del caffè
e neppure quello della Coca Cola
sono tutti coperti di polvere
neri bianchi come wasp
dai vetri rotti delle torri si affacciano
chiedono aiuto, si lanciano nel vuoto
una sagoma umana agita un drappo bianco
cadono come alberi falciati i giganti americani
i volti dei politici sono molto allungati
quei criminali stanno rubando la marmellata!
Bush ringrazia i terroristi
i terroristi ringraziano Hollywood
la CNN ringrazia i Kamikaze
e Hollywood è molto invidiosa
gli aerei da guerra hanno abbattuto un Boeing non inquadrato
lo spettacolo per oggi era abbastanza
ci aspettano mesi di noia
lacrime di coccodrillo e vomiti retorici
dovremo forse chiudere la TV?
nel cielo si continua a volare
il rosso diventa sempre più bruno
Polifemo cieco nella grotta cercherà di colpire
il mondo lo aspetta vivo e crudele come sempre
Alzati America! intimano i ruffiani
Alzati, alzati sacco di patate, ho puntato su di te
e ora ditemi voi
chi potrà dire che era proprio il colpevole
quello che bombarderanno nei giorni che verranno?
qualche morto a Kabul farà tutto il mondo contento
qualcun altro a Bassora rammenterà chi è sempre colpevole
e a te piccolo bastardo presuntuoso
che ti proclami esecutore di chissà quale dio
che uccidi nei tempi degli stacchi pubblicitari
a te, quanto tempo ti ci vorrà
per offrire un altro scherzetto come questo?


interventi dello stesso autorediscussione chiusa  condividi pdf