breve di cronaca
Annullato il dimensionamento scolastico
Sindacato SAB - 02-03-2013
La Giunta Regionale della Regione Calabria, nel predisporre il nuovo piano del dimensionamento scolastico, recepisce la sentenza del Consiglio di Stato che ha annullato quello delle scuole dell'obbligo del Comune di Castrovillari.

Al fine di dare massima informativa fra il personale interessato in vista anche dei prossimi organici e domande di trasferimento il sindacato SAB, tramite il segretario generale prof. Francesco Sola, comunica che la Giunta Regionale della Regione Calabria, con delibera n. 37 della seduta dell'11/02/2013, nell'approvare il piano di dimensionamento della rete scolastica per il 2013/14, ha recepito la sentenza del Consiglio di Stato n. 110/2013 che ha annullato il precedente dimensionamento delle scuole dell'obbligo del Comune di Castrovillari che aveva trasformato le due direzioni didattiche e la scuola media "E. de Nicola" in istituti comprensivi.
Al Consiglio di Stato si erano rivolti alcuni genitori che avevano iscritto i propri figli a una delle scuole funzionanti nel comune di Castrovillari, salvo dopo vederseli assegnati ad altre scuole, da qui il ricorso al TAR della Calabria prima e al Consiglio di Stato dopo che accoglieva le rimostranze dei genitori.
Il dimensionamento della rete scolastica è di spettanza regionale, mentre appartiene alla competenza statale la determinazione dei principi fondamentali; lo Stato stabilisce alcune soglie rigide le quali escludono in toto le Regioni da qualsiasi possibilità di decisione, imponendo un dato numerico preciso sul quale le Regioni non possono in alcun modo intervenire. La preordinazione dei criteri volti all'attuazione del dimensionamento scolastico delle scuole ha una diretta e immediata incidenza su situazioni strettamente legate alle varie realtà territoriali e alle connesse esigenze socio-economiche di ciascun territorio e devono essere apprezzate in sede regionale e che non possono venire in rilievo aspetti che ridondino sulla qualità dell'offerta formativa e sulla didattica, né può invocarsi la c.d. "ragion fiscale".
Nella delibera, la Giunta Regionale precisa che, per la provincia di Cosenza, si prende atto della delibera consiliare n. 24 del 21/12/2012, fatto salvo quanto statuito dalla predetta sentenza che ha annullato gli atti procedimentali del Piano Provinciale di Cosenza a.s. 2012/13, limitatamente al dimensionamento scolastico del Comune di Castrovillari.
Ora, alla luce della predetta delibera, l'ATP di Cosenza, dovrà predisporre gli atti per il ripristino della direzione didattica del "Villaggio Scolastico" e quella dei "SS. Medici" e la sola scuola media "E. de Nicola".
Tale operazione non è di facile attuazione in quanto, se applicata per l'anno in corso bisogna rivedere tutti gli organici ed i relativi trasferimenti o opzioni già effettuate dal personale docente ed ATA, scorporando dalle direzioni didattiche le classi di scuola media e da quest'ultima le classi dell'infanzia e primaria, mentre se applicata dal prossimo anno 2013/14, bisogna rivedere le iscrizioni già effettuate e gli organici per i prossimi trasferimenti, a tutto ciò bisogna aggiungere il nuovo costo per lo spostamento del materiale didattico ed informatico, nonché i suppellettili per essere adeguati nuovamente alle esigenze degli alunni rispetto all'ordine di scuola frequentato.

F.to Prof. Francesco Sola
Segretario Generale SAB


discussione chiusa  condividi pdf