breve di cronaca
One Billion Rising
Associazione Respirare - 14-02-2013
IL 14 FEBBRAIO IN TUTTO IL MONDO CONTRO LA VIOLENZA SULLE DONNE


Il 14 febbraio 2013 in tutto il mondo innumerevoli donne (e con esse gli uomini di volontà buona che non vogliono più essere complici del maschilismo e del patriarcato, che non vogliono piu' essere complici del femminicidio) manifesteranno in modo nonviolento contro la violenza sulle donne, per affermare pienamente i diritti umani di tutti gli esseri umani.

E' l'iniziativa "One Billion Rising" alla quale hanno aderito molte delle più illustri personalita' della societa' civile globale ed innumerevoli movimenti ed associazioni consapevoli che occorre far cessare questo che e' il piu' gigantesco crimine contro l'umanita': la violenza sulle donne.

Vi è questa drammatica realtà: che ancor oggi nel mondo una donna su tre nel corso della sua vita subisce violenza. Non deve più accadere. La violenza maschilista e patriarcale può e deve essere contrastata, sconfitta, abolita.

Ha scritto Eve Ensler, l'autrice de "I monologhi della vagina" che ha promosso la campagna "One Billion Rising" che il 14 febbraio si svolgera' nel XV anniversario del V-Day (l'efficacissima iniziativa di coscientizzazione e mobilitazione contro la violenza sulle donne sorta proprio dal suo lavoro teatrale): "Un miliardo di donne violate è un'atrocità. Un miliardo di donne che ballano è una rivoluzione". Per questo il 14 febbraio l'iniziativa che si svolgerà in tanti luoghi del mondo avrà la forma espressiva della danza, poiché - come ha scritto ancora Eve Ensler - "Ballare significa libertà del corpo, della mente e dell'anima".
*
Nel suo messaggio di adesione all'iniziativa l'illustre pensatrice, scienziata ed attivista ecologista e per i diritti umani Vandana Shiva ha sottolineato come "lo stupro della Terra e lo stupro delle donne sono intimamente connessi".
E' lo stesso impegno difendere la biosfera ed opporsi alla violenza sulle donne; è lo stesso impegno opporsi al patriarcato ed all'ecocidio; è lo stesso impegno opporsi alla mafia, al fascismo, al razzismo e al maschilismo; è lo stesso impegno fermare il femminicidio e difendere la vita, la dignità e i diritti di ogni essere umano, dell'umanità intera, dell'intero unico mondo vivente al quale apparteniamo e che è la nostra casa comune.
*
Come è stato già detto, il 14 febbraio in tutto il mondo le donne scendono in piazza contro la violenza sulle donne in una manifestazione nonviolenta globale cui ogni persona di volontà buona, ogni associazione civile ed ogni istituzione democratica può e deve dare il suo sostegno.


Cessi la violenza sulle donne. Cominci per l'umanità intera la storia della libertà e della solidarietà


Associazione "Respirare",
promossa a Viterbo da associazioni e movimenti ecopacifisti e nonviolenti, per il diritto alla salute e la difesa dell'ambiente.


discussione chiusa  condividi pdf

 Doriana Goracci    - 14-02-2013
14 Febbraio San Valentino: Svegliati Balla Partecipa
http://www.reset-italia.net/2013/02/13/14-febbraio-san-valentino-balla-partecipa/#.URr4POhJdFQ

 Franca Cianferra    - 19-02-2013
Non mi è stato possibile aderire fisicamente all'iniziativa ma idealmente ho danzato con tutte le donne scese in piazza poichè ho gradito tanto la modalità della lotta contro la violenza alle donne! Pina Baush disse, a conclusione del
suo ringraziamento per la laurea honoris causa ricevuta in
Italia ( a Bologna?) : "...Dance, dance, otherwise we are lost! ", e credo si riferisse a tutto il genere umano, infatti penso che dovremmo tutti dedicarci alla danza libera, al canto
libero,alla poesia, alla Natura e forse diminuirebbe il tasso
di aggressività anche negli uomini più violenti, che vedono la
donna come un loro possesso. Infine, voglio dire che la riflessione dovrebbe aprirsi a più ampio raggio anche alla violenza non quella fisica, ma che fa lo stesso tanto male.
Grazie!