tam tam |  cinema  |
Theo Angelopoulos, lo sguardo di Ulisse
Doriana Goracci - 25-01-2012
"La sera del 24 gennaio 2012, mentre attraversava una strada, Angelopoulos ha subito un gravissimo incidente, finendo investito dalla moto di una guardia speciale non in servizio. L'incidente è avvenuto a Keratsini-Drapetsona, località dell'Attica a ovest del Pireo nella quale Angelopoulos stava effettuando delle riprese[1]. Gravemente ferito, è stato soccorso e trasportato nell'ospedale del Falero, in condizioni disperate. La morte è sopraggiunta poche ore dopo, intorno alle 22:00, a causa di una emorragia interna, quando il regista aveva già subìto diversi arresti cardiaci".

Andai a vedere appena uscito il suo Lo Sguardo di Ulisse, To vlemma tou Odyssea: era il 1995. Non credo sia necessario raccontare chi fosse questo meraviglioso uomo e regista, lo faranno altri ben più capaci di me, segnalo però la sua biografia e piuttosto il resoconto dell'incontro avvenuto il 28 gennaio fra Theo Angelopoulos e gli studenti dell'università La Sapienza per discutere il film Lo sguardo di Ulisse: "La ricerca degli oggetti perduti è un tema che mi ha sempre incuriosito".
C'è anche un video dove lo vediamo e ascoltiamo parlare dell'amico e attore, Gian Maria Volontè, con dolcezza. Il Tema di Ulisse mi ritorna alla mente, con tanta malinconia. Grazie, non scorderemo mai.

discussione chiusa  condividi pdf