Viale Trastevere Ministero affittasi
Reginaldo Palermo - 12-11-2011
Giornata difficile per il nostro Paese e certamente non definitiva. Nel cambiamento, ancora oscuro, in atto anche la scuola si pone domande. Qualche newsletter scolastica riferisce da giorni dell'aria di trasloco in viale Trastevere. Il Ministro Gelmini dovrebbe ormai aver chiuso le valigie e salutato i suoi collaboratori. Intanto le scommesse sul suo successore si fanno strada. "Tuttoscuola" cita Lupi e Profumo. "La Tecnica della scuola" aggiunge altri nomi che ci pare interessante segnalare, con doverosi ringraziamenti. Chi vivrÓ vedrÓ. Buona e insolita domenica!
La Redazione.


Totoministri: Attilio Oliva all'Istruzione?

In attesa del formale conferimento di incarico per la formazione del nuovo Governo incominciano giÓ le ipotesi e le illazioni sui nomi dei futuri possibili ministri.
Per quanto riguarda il Ministero dell'Istruzione sono circolati nelle ultime ore i nomi di Rocco Buttiglione e Maurizio Lupi che sembrano ormai fuori gioco dal momento che se il Governo sarÓ presieduto, come Ŕ ormai quasi certo, da Mario Monti non si sarÓ certamente posto per i politici.
Un altro nome che Ŕ stato fatto Ŕ quello di Francesco Profumo, presidente del CNR.
Pi¨ consistente appare invece la candidatura di Giorgio Vittadini, giÓ fondatore della Compagnia delle Opere, associazione di imprese ispirate alla dottrina sociale della Chiesa e attualmente presidente della Fondazione per la SussidiarietÓ, docente di statistica all'UniversitÓ Bicocca di Milano. Ma la soluzione Vittadini potrebbe non piacere troppo ai "laici" che dovranno sostenere il Governo.
C'Ŕ anche chi punta su Lorenzo Ornaghi, rettore della UniversitÓ Cattolica di Milano oppure su Andrea Riccardi, fondatore della ComunitÓ di Sant'Egidio.
Ma un nome che potrebbe forse mettere tutti d'accordo Ŕ quello di Attilio Oliva, presidente della associazione Treellle di cui fanno parte personalitÓ di spicco di diverso orientamento politico e culturale, da Umberto Eco a Tullio De Mauro, da Luigi Abete fino a Giuseppe De Rita.
Nelle prossime ore conosceremo il nome di chi dovrÓ guidare la scuola italiana in questo difficile momento.

R.P.
La Tecnica della scuola
12/11/2011

interventi dello stesso autorediscussione chiusa  condividi pdf