Stupidità da smog
Monica Capezzuto - 19-10-2011
Forrest Gump diceva: "Stupido è chi stupido fa".
Secondo uno studio di alcuni ricercatori di Boston, vivere in aree con alti livelli di inquinamento da traffico ridurrebbe le prestazioni nei test cognitivi.
Dunque, lo smog ci renderebbe più stupidi e, secondo l' OMS, ucciderebbe in media 2 milioni di persone l'anno nel mondo.
Ma c'è allora una giustificazione alla stupidità? Stupidi si diventa, non si nasce o, piuttosto, c'è un terreno fertile su cui le tossine attecchiscono più facilmente rispetto ad altri?
Con tali presupposti, si potrebbero trarre molteplici conclusioni, legate alle variabili ambientali, quali gli stili di vita che si conducono, la scelta di abitare in città o in campagna , l'effetto che i tubi di scappamento delle auto hanno sui bambini, visto che sono ad altezza passeggino.
Gli esempi sarebbero infiniti.
Mal comune, mezzo gaudio.
In questo modo, si riunirebbero sotto la globale bandiera della stupidità da smog gli in-consapevoli e in-colpevoli esseri umani, potenzialmente ad alto rischio solo per il fatto di abitare nelle metropoli più inquinate del mondo, dall'Asia all'America passando per la Cina, fino all'Europa .
E, giusto per tornare nel paese de noandri, volendo estremizzare, si potrebbe anche spiegare il proliferare delle auto blu: in realtà servirebbero a proteggere ed isolare dallo smog, in un bozzolo sicuro, i teneri neuroni politici, per renderli sempre vigili, lucidi e fermi nel governare il paese ed "inventarsi qualcosa".
Ma, anche se sembra sia stata data ampia dimostrazione che tale misura si sia rivelata inutile - infatti le auto blu sono state ridotte (non c'è rimedio alla stupidità di taluni) - per le prossime elezioni, si potrebbe anche di pensare di sottoporre i candidati a qualche seduta di camera iperbarica, mentre un kit completo tipo aereo, collocato nelle stanze dei bottoni, potrebbe essere usato soprattutto al momento delle votazioni. Che si tratti di fiducia o meno, forse qualcuno sarebbe rinsavito per tempo.
Nel frattempo, per noi, popolo qualunque, al massimo una sniffatina d'ossigeno ogni tanto se ci rendiamo conto di un elevato tasso di smog nel sangue o di stupidità in chi ci circonda e, in alternativa, l'uso costante di una maschera antigas nei percorsi pedonali non protetti da ZTL.
Sempre che non sia troppo tardi, visti i risultati.



interventi dello stesso autorediscussione chiusa  condividi pdf