Vince il professore
Laura Alberico - 21-02-2011
Sanremo dedica la vittoria a Roberto Vecchioni cantautore di "nicchia" perchŔ, oltre a non essersi mai esposto ad un pubblico eterogeneo non ha mai usato la canzone come strumento per raggiungere la popolaritÓ. E' stato premiato e di questo dobbiamo ringraziare il pubblico perchŔ, nonostante tutto quello che si dice, la gente, gli italiani, apprezzano ancora il bello della comunicazione e riescono a discernere nel clima sterile e decadente del mondo politico, una luce di veritÓ e di bellezza.

Una canzone non cambia la vita ma allarga gli orizzonti, riesce a far volare pi¨ in alto il pensiero critico laddove questo non riesce pi¨ a trovare una ragione per crescere ed evolversi. Il professore, che esercita tuttora il suo mestiere, ha usato per la prima volta il mezzo televisivo per esprimere il suo personale senso della vita, parole e non solo per raggiungere il cuore e l'anima della gente.

Nella ricorrenza dell'unitÓ d'Italia mi sembra questo un primo passo verso un nuovo " risorgimento" in cui il messaggio televisivo ha fatto un salto di qualitÓ che pu˛ offrire a tutti l'opportunitÓ per riflettere e mettersi in discussione. Personalmente sono sempre stata una fan di Vecchioni e non per spirito di corporativismo ma perchŔ oltre come insegnante e cantautore Vecchioni possiede l'umiltÓ e l'intelligenza, la passione e la determinazione che non si sottopongono alle leggi di mercato per riuscire ad emergere.

Traspare da questa vittoria un insegnamento all'autenticitÓ del valore unico e non omologato della persona e questo credo sia il risultato migliore anche senza Sanremo e tutti, credo, possiamo dare un bel dieci al professore.

interventi dello stesso autorediscussione chiusa  condividi pdf

 Aida Tiziana Barisone    - 27-02-2011
Totale accordo con l'autrice dell'articolo. Quanto scritto assume particolare valore dopo l'attacco di Berlusconi alla scuola pubblica e agli insegnanti. Sono indignata come docente, come genitore e come cittadina di questo Stato!