breve di cronaca
Legittimo sospetto incostituzionale
L'Unità - 21-10-2002
Centotrenta professori universitari di diritto hanno firmato un appello contro il disegno di legge Cirami sul legittimo sospetto. Conterrebbe ''numerosi profili di illegittimita' costituzionale'' afferma il documento. L'iniziativa è partita da sei docenti (Francesco Caprioli, Paolo Ferrua, Glauco Giostra, Alessandro Pace, Mario Dogliani e Sergio Chiarlone) che hanno stilato il documento sul quale stanno raccogliendo le adesioni. I giuristi sostengono che il disegno di legge ''viola il principio del giudice naturale precostituito per legge, contenuto nell'articolo 25 della Costituzione''. Inoltre ''appare illegittima l'immediatezza dell'applicazione della nuova norma, tanto più attraverso una legge dichiaratamente volta a distogliere dal loro giudice naturale gli imputati di alcuni processi ben definiti''. Infine la sospensione del processo di cui si chiede il trasferimento contrasta con il principio di efficienza del processo e con il principio della durata e ''c'è il rischio che l'uso strumentale della richiesta di rimessione determini la paralisi del procedimento''. Fra i firmatari figurano alcuni noti costituzionalisti, come Leopoldo Elia, ex presidente della Corte Costituzionale, Alessandro Pace e Alessandro Pizzorusso, penalisti, come Carlo Federico Grosso e Giorgio Marinucci, docenti universitari, quali Franco Cordero e Glauco Giostra.


discussione chiusa  condividi pdf