Novità?
Francesco Di Lorenzo - 03-09-2010
Dallo Speciale Notizie dal fronte



Le novità ci sono. Il ministro Gelmini ha parlato in conferenza stampa. Ma non ha incontrato i precari che protestano. Ha detto di averli già incontrati tante volte.

Poi dice che sono troppi, che sono strumentalizzati dalla sinistra, e che lei sta facendo di tutto per salvarli. Come? Con il decreto salva precari. Una speciale graduatoria che mette in fila chi ha perso il lavoro e che dà diritto alla precedenza. Quando usciranno altri posti di lavoro.

Ha annunciato però, il ministro, che da quest'anno, gli alunni che superano le cinquanta assenze saranno bocciati. Ha anche detto che la riforma sua, che parte adesso, sta riscuotendo grande successo. Non ha specificato presso chi.

Ha detto ancora che i tagli nella scuola sono stati minimi e che comunque la scuola italiana non può assorbire gli oltre duecentomila precari che ci sono in giro. Che è, in fondo, una neanche tanto piccola contraddizione semantica. Nascondere i tagli e far sapere che è impossibile far lavorare tutti. (Naturalmente gli sono state contestate tutte le cifre che lei ha sciorinato. Restano le 87mila cattedre in meno e i posti di 40mila Ata che sono scomparsi).

Ha detto anche di aver avviato un tavolo di confronto per decidere della carriera degli insegnanti. Che dovrebbe essere, in ogni caso, legata al merito. Altre specificazioni non sono state date.

interventi dello stesso autorediscussione chiusa  condividi pdf