L'età non conta
Laura Alberico - 11-06-2010
Immagino la scuola come una signora attempata, desiderosa a tutti i costi di non mostrare la sua vera età. E per questo ogni anno affida il suo corpo alle cure estetiche più avanzate, un ritocco di qua e poi un ridimensionamento dove gli "accumuli" di grasso hanno lasciato il segno di forme tondeggianti. Sono cure costose ma necessarie per apparire sempre in forma e pronta a dimostrare che gli anni passano ma si può fare qualcosa per fermare il tempo. La signora è sempre pronta a fare qualunque sacrificio economico pur di apparire in perfetta forma fisica, le apparenze d'altronde hanno il potere di costruire una immagine perfetta e priva di difetti. Ma con il tempo che passa i ritocchi sapientemente operati hanno avuto i cosiddetti effetti collaterali e così le "protesi" si sono sgonfiate e la pelle, a forza di lifting, è diventata opaca e innaturale. Ma la signora non si arrende, vuole a tutti i costi riconquistare la giovinezza perduta per dimostrare che l'età non conta ed è solo una razionale forma di pensiero perchè, a dispetto di tutti, la cosa più importante è credere al potere della chirurgia estetica. La giovinezza bisogna guadagnarsela al prezzo di mille sacrifici, possibilmente quelli degli altri.
interventi dello stesso autorediscussione chiusa  condividi pdf