Robin Hood sta per colpirci?
Francesco Masala - 17-05-2010
Si sente in giro con rassegnazione che, come in Grecia e in Spagna, avremo una decurtazione dei redditi e pensioni da lavoro del 5%. Come in Spagna, almeno per gli statali. Il governo si appresta a fare una manovra da 25 miliardi, qualcuno dirà che quei soldi vadano presi non in misura proporzionale?, che si prendano dai redditi alti (per esempio oltre 100.000 euro)? e soprattutto con imposte patrimoniali su patrimoni oltre una certa soglia (immobiliari e immobiliari), per esempio, a partire da 500.000 euro o un milione, in misura progressiva?
Siamo l'unico paese al mondo nel quale l'aiutante e dipendente e sodale (Tremonti) dello sceriffo di Nottingham (Berlusconi, Confindustria, e l'establishment poco-industriale e molto-finanziario), si fa passare per Robin Hood, senza colpo ferire.
È fantascienza una manovra che anziché deprimere i consumi e il morale delle classi medio-basse colpisca i patrimoni, che non sono distribuiti in misura proporzionale? Poi faranno quello che vogliono, ma qualcuno dica a voce alta che qualche piccola, modesta alternativa di politica economica e fiscale esiste. E poi, oltre le parole, ci saranno mobilitazioni serie, o alla fine qualcuno "si costerna, s'indigna, s'impegna poi getta la spugna con gran dignità"?

interventi dello stesso autorediscussione chiusa  condividi pdf