Le adozioni dei libri di testo nelle prime classi delle superiori interessate al riordino
Franco Labella - 12-05-2010
Trasmetto, in allegato, il nostro comunicato stampa relativo alle adozioni nelle prime classi delle superiori interessate al riordino.
Ad oggi non sono vigenti nè le Indicazioni nazionali per i Licei nè le Linee guida per Tecnici e Professionali.
Quelli che vengono spacciati come documenti cogenti sono solo bozze di lavoro e come tali sono prive di valore giuridico.
Il Collegio dei docenti, come organo tecnico competente a deliberare le adozioni proposte dai Consigli di classe, ha il dovere di verificare l'esistenza dei pressupposti normativi necessari perchè le adozioni siano adeguate sotto il profilo didattico e siano legittime dal punto di vista amministrativo.
Ricordo anche che le vigenti disposizioni prevedono il blocco delle adozioni per sei anni.
Ricordo, infine, che le Indicazioni nazionali non potranno avere la forma di Decreto Ministeriale ma dovranno avere forma di Regolamento sul quale dovranno essere espressi i pareri delle Commissioni parlamentari permenenti competenti di Camera e Senato.

12 maggio 2010

Franco Labella - Coordinamento nazionale dei docenti di Diritto e Economia
interventi dello stesso autorediscussione chiusa  condividi pdf