Le difese immunitarie
Laura Alberico - 10-05-2010
In questa società malata le difese immunitarie tendono ad abbassarsi sempre più. Si parla spesso di "immunità parlamentare", quel concetto poco conosciuto che attribuisce ai politici una sorta di salvaguardia inattaccabile contro accuse e processi che non vedono quasi mai la fine e pertanto restano relegati nel limbo del dubbio.C'è però anche l'immunità delle persone comuni, quelle che ogni giorno conducono una vita di precariato e che esercitano il loro mestiere in quartieri dove il disagio è il pane quotidiano.

La notizia dell'insegnante che per separare due bambini ha subito un delicato intervento non è certo un racconto da libro cuore, ma lo diventa se dopo l'accaduto il perdono diventa necessario e inevitabile, perchè non si può dare la colpa a bambini cresciuti in un clima di violenza e di aggressività. Quell'organo asportato alla povera maestra diventa il simbolo di una immunità che lotta per ristabilire l' equilibrio e il rispetto verso quelle regole di convivenza civile e di integrazione sociale spesso calpestate e ignorate. Per quelle difese immunitarie non ci sono leggi nè colpevoli da condannare in nome della legalità ma soltanto quel senso di "piètas" e di vicinanza ad un mestiere che non rende intoccabili, nel corpo e nella mente.
interventi dello stesso autorediscussione chiusa  condividi pdf