Chi è il più precario?
Giovanni Pontillo - 22-09-2009
Viste le ultime novità in fatto di Decreto (Salva-Precari) e leggendo chi verrebbe incluso e chi no sull'ARCA della vita, mi chiedo chi è stato quel 'Genio' di consigliere della nostra Ministra che ha partorito i Criteri di Ammissione o Espulsione.

Evidentemente, sarà un 'ESSERE Speciale'!!!

Ma, che ha qualche problema nel comprendere come funziona la Scuola ITALIANA.

Da qui, mi sono posto una domanda:

Chi è PIU' Precario fra i Precari?

Chiaramente, (!!!) sarà chi ha il più punteggio in 'Classifica' - scusate, in Graduatoria ad Esaurimento e quindi, sta davanti.

Giusto! (?)

Ma, tra un DOCENTE Pluri-Stagionato, con anni di presenza nelle G.P. oggi G.E. magari a partire dal secolo scorso, con servizio distribuito su tre o quattro classi di concorso, eventualmente maturato in montagna o in qualche piccola isola, che pur di lavorare accettava qualunque cosa, erano i tempi in cui le Abilitazioni si conquistavano con i concorsi nazionali, ovvero con i corsi abilitanti ma dopo anni e anni di servizio effettivo, e un DOCENTE Abilitato SISS, ad esempio nel corso del 2005/2006 e con una serie di Master e Corsi più o meno fantasiosi conquistati anche on-line, ma soltanto con tre o quattro anni di effettivo servizio maturato su una sola classe di concorso, che con gli strani meccanismi delle Graduatorie, peraltro cambiati ad ogni nuovo aggiornamento, che non permettono, al primo, lo spostamento dei punti maturati da una graduatoria ad un'altra, congelandoli e rendendoli inutili, e senza una anzianità di servizio che faccia realmente vedere gli anni di lavoro, e al secondo lo spostamento del Bonus di 24 pt. ma che con il punteggio concentrato scavalca in graduatoria e nel diritto ad essere salvato il nostro vetero-precario, magari con 10/15/20 anni di sacrificio sulle spalle, ma che il 'caso' ha voluto, e sempre per quegli strani e perversi meccanismi, che nell'ultimo anno abbia racimolato soltanto incarichi brevi da G.I.

Da qui nasce la mia Riflessione/Domanda, che il grande Lubrano avrebbe definito 'Spontanea':

Chi è il più precario tra i due precari?

Evidentemente, per il nostro consigliere 'Genio' - per come è stata scritta la proposta di Decreto 'Salva-Precari' - ha più diritto ad essere 'Salvato' il prof. più giovane, magari trentenne, bello e scapolo ed 'Eliminato' il Cinquantenne brutto, con moglie e figli a carico e con vent'anni di servizio sulle spalle.

Complimenti 'GENIO'!

Sarebbe bastato chiedere, anche per strada, ad un Precario qualsiasi, come stanno le cose e probabilmente non si sarebbe prodotta una proposta di Decreto così Imbecille e Irrispettoso della DIGNITA' delle persone in quanto tali, oltre che Docenti di questo Stato.

Ancora Complimenti 'Genio'!

A questo punto, Mi auguro che queste poche righe, facciano riflettere (!!!) - ma ho qualche dubbio - ed aprire la mente a questi 'Cervelli' offuscati dall'onnipotenza di potere.

E poi, mi rivolgo a voi Sindacati tutti, pregandovi di riprendere il vostro ruolo di osservatori attenti, con il mandato di vigilare con attenzione per intervenire quando è opportuno e giusto.

Non tradite il vostro mandato!

Non alimentate il sospetto, sempre più concreto, che avete frequentato le stesse s(q)uole di questi 'GENIIII'

QUESTA, NON E' UNA GUERRA TRA POVERI, PER COME QUALCUNO VORREBBE FAR PENSARE.

I PRECARI (TUTTI) NON SONO POVERI, I PRECARI SONO LAVORATORI RICCHI DI DIGNITA', CULTURA E CONOSCENZA, E QUESTA RICCHEZZA E' STATA TRASMESSA AI LORO RAGAZZI PER ANNI, PER FARLA POI CAMMINARE AUTOMOMAMENTE SULLE LORO GAMBE.
(QUESTA E' LA GRANDEZZA DELLA SCUOLA PUBBLICA)!

E VOI AL GOVERNO, COSA TRASMETTERETE ALLE NUOVE GENEREZIONI?


Cordialmente
Giovanni Pontillo

Tags: precari, graduatorie


interventi dello stesso autorediscussione chiusa  condividi pdf

 Alessandro Chiarini    - 27-09-2009
Caro Pontillo, tutta la mia solidarietà e un consiglio spassionato: non aspettatevi nulla dai sindacati.