tam tam |  proposta  |
Anno scolastico 2002/2003
Unicef - 27-09-2002
Partecipare alle proposte didattiche e ai progetti di sostegno dell'UNICEF nelle scuole significa rendere gli studenti consapevoli di alcune realtà, che riguardano i loro coetanei in altri paesi del mondo.

Anche quest'anno abbiamo voluto presentarvi la nostra proposta educativa con largo anticipo, in modo da venire incontro alle esigenze di programmazione del corpo docente, chiamato nelle prossime settimane a elaborare il Piano di Offerta Formativa. I temi che desideriamo approfondire si ispirano ai principi della Convenzione ONU sui diritti dell'infanzia e dell'adolescenza, riproposti all'attenzione di adulti e ragazzi dalla campagna "Un sì per i bambini" (Yes for children), lanciata lo scorso anno dall'UNICEF a livello internazionale, e che ha coinvolto solo in Italia un milione e trecentomila persone. Scopo dell'iniziativa era raccogliere migliaia di firme per dire "sì" ai diritti dei bambini riassunti in dieci punti fondamentali e arrivare a un insieme concreto di richieste da presentare ai capi di Stato e di governo di tutto il mondo, riuniti in una Sessione speciale dell'Assemblea generale delle Nazioni Unite dedicata all'infanzia e ai suoi problemi.

Tra i dieci punti elencati nel manifesto della campagna "Yes for children" i più votati dai ragazzi italiani sono stati, in particolare, quelli relativi al diritto all'uguaglianza (Tutti per uno, uno per tutti!), all'istruzione (Tutti a scuola) e alla tutela (Stop alle violenze e allo sfruttamento).

E' proprio su questi tre diritti che abbiamo deciso di incentrare le nuove direttrici di lavoro per le scuole: partendo da essi, infatti, affronteremo argomenti di grande attualità quali il lavoro minorile, il turismo responsabile, il consumo critico, la vita di strada, il commercio equo e solidale, la discriminazione nei confronti delle bambine e delle ragazze.

Partecipa alle proposte didattiche e alle iniziative di sostegno per i progetti dell'UNICEF in favore dell'infanzia.
discussione chiusa  condividi pdf