Proviamo con lo sberleffo
Vittorio Delmoro - 24-04-2009
Nell'attuale situazione di debolezza in cui navigano sia il movimento che l'opposizione ufficiale, ho una proposta da attuare se non in tutte, in molte occasioni pubbliche.

Berlusconi ha detto che quest'anno, per fare uno strappo alla (sua) regola e non regalare il 25 aprile ad una sola parte politica, celebrerà l'anniversario della Liberazione in un qualche posto d'Italia che svelerà solo all'ultimo.

Questo riserbo è motivato dalla volontà di prevenire l'eventuale organizzazione di qualche contestazione massiccia e, allo stesso tempo, di organizzare lui le proprie truppe per il necessario consenso; di modo che se vi saranno fischi, potranno essere coperti dagli applausi dei suoi e dargli pure modo di esecrare dal palco le solite contestazioni settarie e comuniste ed elogiare l'unanimismo delle opposizioni blande.

Addirittura toccherebbe temere che siano quelli dell'opposizione politica a zittire eventuali fischiatori estremisti!

Allora io propongo che chi può vada lì ad applaudire Berlusconi a più non posso, diciamo almeno un applauso scrosciante ad ogni minuto di discorso, soprattutto in quei passaggi in cui attaccherà i comunisti e magari pure i partigiani.

Gli applausi dovranno seppellirlo (come la vecchia risata del primo movimento).

E così dovrebbe essere in ogni futura occasione, sia per lui che per i suoi Brunetta, Tremonti, Gelmini, Sacconi; gli applausi dovranno diventare addirittura imbarazzanti.

Anche in Abruzzo, sui luoghi del terremoto.

Berlusconi non sopporta i fischi : pensate se in una delle sue solite passerelle fra i terremotati fosse accolto da salve di fischi quasi unanimi!

Purtroppo questo può oggi avvenire solo nei sogni : quelle popolazioni sono così contente delle passerelle dei politici che già temono il loro diradarsi.

Allora, anche in Abruzzo, trasformiamo i fischi in applausi, applausi scroscianti, continui, plateali... imbarazzanti, appunto.



Vittorio Delmoro - maestro



interventi dello stesso autorediscussione chiusa  condividi pdf