A Tivoli si privatizza
Insegnante FP - 16-01-2009
Il Comune di Tivoli gestisce un istituto pubblico di Formazione Professionale che si chiama CFP "A. Rosmini", dove circa 800 studenti tra i 14 e i 18 anni assolvono all'obbligo di istruzione. Tale struttura sta per essere trasformata in una Srl, avete capito bene, UNA SCUOLA TRASFORMATA IN UNA SOCIETA' A RESPONSABILITA' LIMITATA per volontà della GIUNTA DI SINISTRA di questa cittadina che lo scorso 18 dicembre ha fatto approvare in consiglio una delibera in tal senso. Appena poche settimane prima, alcuni componenti di tale giunta, con in prima linea il sindaco Giuseppe Baisi, nonché alcuni consiglieri della maggioranza, hanno avuto l'ardire di presenziare ad una fiaccolata organizzata da alcune associazioni territoriali di cittadini, insegnanti, studenti tra i quali anche quelli del "Rosmini", contro il decreto Gelmini, in difesa della scuola pubblica.

Questo ennesimo episodio di schizofrenia politica contribuisce a far credere che la mobilitazione per la scuola pubblica sia tutta una buffonata e stende un alone di sospetto anche su coloro che si sbracciano ad organizzare iniziative politiche in tal senso. Questa ennesima "leggerezza" locale contribuisce a compromettere l'immagine e la credibilità di una sinistra che non gode certo di buona salute e in cui, ciò nonostante, continuano a credere e lavorare tanti onesti cittadini animati dalle migliori passioni.
Purtroppo i peccati locali si continuano a pagare a livello nazionale!

Un insegnante della FP


discussione chiusa  condividi pdf

 oliver    - 20-01-2009
Meravigliarsi di una possibile privatizzazione dell'istituto in questione è da ingenui, caro collega partecipi ai collegi? Il tuo dirigente ti avrebbe dovuto informare che non arrivano soldi dallo stato, i supplenti rischiano di non percepire stipendi, non hanno potuto pagare gli impegni extra agli insegnanti, si può concludere tranquillamente che tutte le scuole dovranno essere privatizzate per reperire fondi. Caro... collega, cerca di non vedere il diavolo dietro l'angolo, la realtà è diversa da quella che ogni giorno tentano di spacciare, solo la chiesa ha avuto i soldi richiesti, dopo tutta la disponibilità e "l'esercito di preti e adepti messi a disposizione della destra".
AUGURI