Appello per l'insegnamento della Costituzione nelle scuole
Comitato di Firenze per la difesa della Costituzione - 10-05-2008
In occasione dell'incontro svoltosi qui a Firenze il 28 marzo per iniziativa del Comitato per la difesa della Costituzione fu, tra l'altro, stabilito di promuovere un'iniziativa per l'insegnamento della Costituzione nelle scuole italiane.
Il Comitato di Firenze ha già rivolto un appello in tale senso al Presidente della Repubblica in occasione della Sua visita a Firenze; riteniamo però che tale iniziativa debba essere portata avanti da tutti i Comitati impegnati per la difesa della Costituzione e coinvolgere tutti i cittadini, le associazioni ed organizzazioni democratiche, ma anche le istituzioni democratiche (Enti Locali e Regioni) e soprattutto il mondo della scuola.
Vi inviamo in allegato una bozza di appello con preghiera di farci avere le vostre osservazioni, la vostra adesione e soprattutto la vostra disponibilità a portare avanti l'iniziativa.
Noi vorremmo lanciare l'iniziativa in occasione della marcia di Barbiana del 18 maggio; in tale occasione vorremmo non solo essere presenti a Vicchio (FI) dove ha inizio la marcia e fare il volantinaggio, ma se possibile illustrare l'iniziativa.
I tempi sono quindi molto stretti; restiamo quindi in attesa di un vostro sollecito riscontro, tenendo presente che ogni osservazione e proposta deve pervenirci entro il 16 maggio p.v.
In attesa vi salutiamo cordialmente.

p. il Comitato Corrado Mauceri



Appello

Per la scuola della Costituzione: la Costituzione a scuola.



La Costituzione è la legge fondamentale del nostro Paese; essa afferma i valori fondanti della nostra democrazia ed i principi fondamentali della nostra vita sociale; da più parti si afferma che la scuola deve anzitutto formare il cittadino; ma una tale formazione presuppone anzitutto la conoscenza della Costituzione, dei suoi valori e delle sue origini storiche; un cittadino non può ignorare la legge fondamentale che regola la vita democratica del Paese; nelle scuole italiane però la Costituzione non si studia; la Costituzione deve essere però introdotta nella scuola secondaria come insegnamento autonomo che tutti i giovani devono conoscere e studiare.
Da più parti è stato già rivolto in tale senso un appello al Presidente della Repubblica nella consapevolezza che Egli si farà certamente interprete di tale esigenza presso le competenti sedi istituzionali.
Ci associamo a tale richiesta affinchè nel sessantesimo della sua nascita la Costituzione Repubblicana possa concorrere nelle scuole italiane alla formazione culturale e democratica delle nuove generazioni.


discussione chiusa  condividi pdf

 Anita Varriano    - 11-05-2008
Tutti gli anni che ho le terze ( scuola media) i ragazzi scelgono un articolo della Costituzione che illustrano ampiamente in sede di esame e questo da 26 anni a questa parte. oltretutto la Costituzione è interessantissima per i ragazzi , naturalmente utilizzando la metodologia giusta e soprattutto raffrontandola con la realtà dei fatti....ad esempio l'Italia è una repubblica foindata sul lavoro.....si?
insomma si può magnificamente commentare gli articoli e prendere coscienza del senso di una democrazia.anche difettosa.
Saluti
Anita Varriano

 Antonio Budruni    - 11-05-2008
Da insegnante di diritto ed economia che ha la fortuna di poter insegnare la Costituzione in un Istituto professionale alberghiero aderisco alla lodevole iniziativa e sottoscrivo l'appello.
Antonio Budruni
IPSAR "E. Lussu" - Alghero

 Maria Puccio    - 12-05-2008
Ritengo sia dovere e diritto della scuola quale ente educativo far conoscere ai ragazzi la Costituzione, legge fondamentale che permette loro di vivere in un paese libero e democratico. E' mia abitudine inserire sempre nel percorso scolastico la comparazione tra i diversi momenti storici con l'attuale, ogni volta che se ne presenti l'occasione, partendo dalla classe terza in poi. In quinta i ragazzi sono ancora più sensibili e pronti a fare questa operazione anche perchè gli eventi storici sono più vicini a noi. Quest'anno grazie anche alla pubblicazione di 2 DVD sulla nascita della Costituzione, ho mostrato loro il documento in tutta la sua concretezza, dove immagini e parole hanno reso più facile la comprensione. Mi auguro che questa diventi per la scuola una consuetudine e non opzione affidata all'iniziativa personale delle insegnanti.