Viva l'Italia godereccia (satira politica)
Giocondo Talamonti - 02-02-2008
Mors tua, vita mea. Caduto il governo Prodi, la Casa delle Libertà è risorta.
Come la fenice, Forza Italia è rinata dalle sue ceneri. Chi ha pensato che avesse tirato le cuoia a Piazza San Babila, sostituito dal Partito delle Libertà, creato lì per lì per far fuori gli alleati, è rimasto spiazzato. E' viva e vegeta, tanto che vista l'opportunità di tornare al governo del Paese, ha ricompattato tutti i vecchi soci.
"Piatto ricco, mi ci ficco", hanno pensato tutti e via di corsa coi piedi sotto il tavolo, tovagliolo allacciato dietro al collo e posate in mano, pronti al grande banchetto.
Il menù prevede: Bocconcini d'avanzo primario, Condoni in bellavista, Sformato di debito pubblico, Soufflé di contratti scaduti, Mousse d'inflazione, Abbuffi di verdure, con esclusione di carote e cetrioli, già precettati e autocollocati dalla sinistra.
Pasto allietato dalla chitarra malinconica del maestro Apicella e dalle barzellette di uno chansonnier, frizzi e lazzi, bollicine e cotillons a go-go.
Dunque, dopo due anni di depressione e due palle così, torna la politica-champagne. Viva l'Italia godereccia! Alla faccia di Almunia e di tutti i comunisti di casa nostra!

interventi dello stesso autorediscussione chiusa  condividi pdf

 Redazione    - 03-02-2008
A proposito di sport riceviamo e segnaliamo un progetto scolastico interessante.

 ilaria ricciotti    - 03-02-2008
Ascoltate per questo la canzone "niente paura" di Ligabue, adattata dal bravissimo Neri Marcorè, canzone che proporrei a qualcuno di voi molto esperto di computer di allegare qui.

 Redazione    - 03-02-2008
"Niente paura" di Ligabue qui.