Sciopero bianco il 24 per gli arretrati
Michele Bonicelli - 14-01-2008
Ci siamo stufati di essere presi in giro da governo e sindacati.

Il 24 sciopero bianco per rinnovo e arretrati.

Il rinnovo e il pagamento degli arretrati a docenti e ATA sta assumendo ogni giorno che passa toni sempre pių paradossali. Non solo gli aumenti che dovevano essere corrisposti dal gennaio 2006 sono stati contrattati solo il 29 novembre 2007 con inclusa con un'indegna "vacanza contrattuale" che da sola avrebbe meritato barricate e scioperi a ripetizione.
Non solo il ri-rinnovo 2008-09 naviga nelle nebbie cimmerie nelle quali l'unica cosa certa č che il governo vuole triennalizzarlo e che quindi chissā quanto dovremo attendere prima di vederlo in busta paga.
Come ciliegina veniamo a sapere che al Tesoro di questi cambiamenti epocali non sanno niente: cosa abbiano fatto nei 40 giorni a disposizione i geniacci dell'Aran-Miur viene lasciato all'intuito del milione di lavoratori che rimarranno ancora senza aumenti dopo 25 mesi di attesa.

Certo tutto questo sembra naturale in un paese allo sfascio che non riesce neppure a gestire una questione come lo smaltimento dei rifiuti . Quello che getta nello sgomento, ma č forse la causa di tutto, č l'arrendevole "calabrachismo" dei sindacati. Presi per il naso e beffati da governi di destra e sinistra reagiscono mandando telegrammi indignati. Possiamo immaginare, ma i fatti parlano, il terrore di Padoa Schioppa alla lettura dei rimbrotti della trimurti Panini-Scrima-Di Menna...altro che Fiom.
Che ca... di sindacati siete se non riuscite neppure a indire uno sciopero per difendere la retribuzione dei lavoratori? "Eh ma se li facciamo non partecipa nessuno" dicono, dimenticando che la partecipazione si crea, si prepara e che certamente non č figlia del silenzio o dell'understatement da "teniamo famiglia...".

Allora io faccio una proposta per una protesta di base: magari non serve a nulla ma almeno ci proviamo.

Il 24 gennaio se non verranno versati gli arretrati potremmo fare uno sciopero bianco: i docenti venendo a scuola senza far lezione, parlandone con gli studenti e gli ATA non rispondendo al telefono. Si potrebbe mandare la comunicazione ai giornali che altrimenti continueranno ad ignorare la realtā quotidiana dei lavoratori.

Per i colleghi pių zelanti proporrei nella medesima giornata un workshop autogestito sull'esegesi del carme: "La societā de li Magnaccioni"

Cordiali saluti
Michele Bonicelli


interventi dello stesso autorediscussione chiusa  condividi pdf

 Isa Cuoghi    - 17-01-2008
Come volevasi dimostrare, come giā avevamo capito.. e anche prima di tutte le rapide menti dei dirigenti sindacali.. nč gli arretrati nč l'aumento contrattuale ci č stato corrisposto nel cedolino di gennaio 2008.. anzi percepiamo qualche euro in meno rispetto al cedolino di gennaio 2007 (controllato sul mio cc perchč dalla posta di istruzione.it sono stati cancellati i cedolini da gennaio a giugno e questo automatismo continuo a non capirlo proprio... )

Chi lo riceve su istruzione.it l'ha giā potuto appurare.

Come volevasi dimostrare, alle parole non seguono mai i fatti.. si lanciano false speranze seguite da rapide delusioni.
Meglio tacere, no ?

.. e anche .. meglio cambiare, no ?

Isa

 Cagliostro    - 20-01-2008
Credo che se anche il governo congelasse gli aumenti non succederebbe niente. Ormai i nostri governanti hanno capito che con questa pseudocategoria possono permettersi di tutto. I sindacati (per non perdere la faccia) si sono limitati ad una lettera di protesta senza esito. Restituite le deleghe, risparmierete una decina di euro al mese...