Sbagliando non si impara!!!
Enzo Rosato - 11-01-2008
Ci risiamo!!! Non era bastata la confusione generata lo scorso anno quando a fatica il ministero è riuscito a comporre le commissioni d'esame, per le quali, soprattutto al classico, si è dovuto ricorrere a nominare neo-laureati o insegnanti del ginnasio per reperirne i componenti, dal momento che il decreto assegnava al commissario esterno soltanto il latino e poteva essere nominato indifferentemente dalle classi di concorso A051 o A052. Questo, ovviamente, consentiva ai consigli di classe di nominare interno il docente di greco con evidenti conflitti e disagi nelle stesse commissioni, ma, soprattutto, determinava una forte carenza di docenti della classe A052 per le nomine nelle restanti commissioni. Addirittura si è verificato l'assurdo in alcuni casi di un docente di Latino (classe A051) che non sapesse neanche leggere un testo greco....e per un liceo classico ditemi se è poco!!! E questo discorso valeva anche per Matematica e Fisica, sia al classico che allo scientifico, per Storia e Filosofia al classico..... E quest'anno ci si ostina a perseverare nell'errore. Al classico è meno grave perchè l'interno di greco (A052) evita le assurdità dell'anno precedente, ma allo scientifico, ad esempio, l'aver affidato l'Italiano anche ad un docente esterno appartenente alla classe di concorso A050, potrebbe determinare quello che è accaduto l'anno scorso al classico: o si potrebbero avere due docenti uno esterno per Italiano ed uno interno per Latino, oppure (cosa ancor più grave) potrebbe essere nominato un docente di Italiano al Liceo scientifico sulla classe A050 che non sa nulla di Latino...... E allora? come la mettiamo? Si risolverà con la stessa "saggezza" (leggi approssimazione) utilizzata l'anno precedente con Matematica e Fisica, quando il docente esterno di Matematica al liceo scientifico nominato dalla classe di concorso A047 (Matematica) e non A049 (Matematica e Fisica) doveva dichiarare sotto la sua personale responsabilità, buona fede ed etica professionale di poter essere in grado di interrogare anche in Fisica altrimenti doveva dimettersi sua sponte dall'incarico? Ma io mi domando e chiedo al sig. Ministro: è così difficile indicare nello stesso decreto, come avveniva con la precedente formula delle commissioni miste, anche le discipline orali da assegnare agli esterni nominati per le prove scritte in modo tale che ci sia chiarezza per tutti, studenti, docenti, genitori? E' mai possibile che non ci si renda conto che offrire la possibilità di nominare un docente esterno di Filosofia affiancato dall'interno di Storia non dà tranquillità agli alunni, ma genera soltanto confusione e ansia? Anche l'anno scorso sollevai simili rilievi inviando una mail alla casella di posta elettronica appositamente creata dal Ministero, ma non ebbi alcuna risposta, né tanto meno vi furono provvedimenti di rettifica. Spero quest'anno che qualche funzionario illuminato comprenda le conseguenze negative di un simile decreto e solleciti il Ministro ad apportare le necessarie modifiche.

Enzo Rosato, docente di ITA - LAT presso il Liceo Leonardo da Vinci di Terracina


discussione chiusa  condividi pdf