Interrogazione urgente
F.I.S.H. - 16-07-2002

Inviamo un documento prodotto dalla FISH nazionale con preghiera di diffusione.
In particolare si chiede alle Associazioni aderenti di inviare il documento ai parlamentari dei propri Collegi perchè si facciano interrogazioni parlamentari e interventi presso il Ministero dell'Istruzione.
I tempi sono piuttosto stretti (il 31 luglio è il termine fissato dall'art.22 della finanziaria 448/01 per lo sdoppiamento delle classi numerose).
La segreteria FISH




F.I.S.H.
FEDERAZIONE ITALIANA PER IL SUPERAMENTO DELL’HANDICAP
C/O FAIP - VIA GIUSEPPE CERBARA, 20 - 00147 ROMA
TELEFONO 06/51605175 FAX 06/5130517



Al Presidente della Camera dei Deputati
Al Presidente del Senato della Repubblica
Al Presidente della Commissione Istruzione della Camera
Al Presidente della Commissione Istruzione del Senato
Ai Capigruppo parlamentari della Camera
Ai Capigruppo parlamentari del Senato

Loro Sedi


OGGETTO: Richiesta di presentazione di interrogazione per il questiontime al
Ministro dell’Istruzione



La F I S H è occasionalmente venuta a conoscenza della Circolare del
Direttore generale scolastico regionale per il Veneto (Prot. 306/DG del 2
maggio 2002), in cui si invitano i Dirigenti scolastici a “ non tenere conto
della presenza di alunni portatori di handicap” per la formazione delle
classi, in palese violazione della normativa vigente.

Si sottopone alla Loro attenzione il possibile contenuto dell’
interrogazione:
Ringraziando, si porgono distinti saluti e si rimane in attesa di conoscere
le Loro determinazioni, data l’urgenza del caso, poiché il 31 luglio c.m. è
il termine ultimo fissato dall’art. 22 della Legge finanziaria n. 448/01 per
l’effettuazione dello sdoppiamento di classi troppo numerose.

Al Ministro dell’Istruzione
Per conoscere

PREMESSO

- che l’art. 10 del d m n. 331/98, come modificato dal d m n. 141/99
stabilisce che le classi ove è presente un alunno con handicap non possono
avere più di 25 alunni e quelle ove sono presenti due alunni con handicap
non possono avere più di 20 alunni;
- che tale decreto è stato espressamente richiamato nelle premesse al
decreto sugli organici per l’a.s. 2002-2003, trasmesso con c m n. 16 del
19/2/02 ed è stato ribadito con la nota della Dir.Gen. del Personale del
MIUR del 5/6/02;
- che il Dir. Gen. scolastico per il Veneto con propria nota prot. 306/DG
diretta ai Dirigenti scolastici, stabilisce che gli stessi nella formazione
delle classi per l’a.s. 2002-2003 “ possono NON TENER CONTO, nell’
autorizzare il numero delle classi, della presenza di alunni portatori di
handicap;
- che tale invito è palesemente in contrasto col disposto del d m n. 141/99,
che non consente alcuna deroga, tanto meno se stabilita da un Direttore
scolastico regionale;
- se tale deroga sia stata autorizzata dal Ministro dell’Istruzione e con
quale norma;
- se non fosse stata autorizzata dal MIUR, come ritiene di poter rimediare
alla palese violazione del d m n. 141/99, al fine di evitare una flagrante
violazione del diritto allo studio degli alunni con handicap;
- se è stata effettuata dal MIUR una ricognizione presso gli altri Uffici
scolastici regionali per verificare se norme simili a quella denunciata
siano state emanate dai rispettivi Direttori generali;
- se, data l’imminente scadenza del 31 Luglio c m, termine ultimo per lo
sdoppiamento delle classi, non ritenga necessario invitare formalmente tutti
i Dirigenti scolastici a rispettare il disposto del d m n. 141/99,
sdoppiando quelle classi che risultassero composte in violazione del
decreto medesimo, concedendo eventualmente una breve proroga a tale scopo.
Si confida nella Loro sensibilità politica e si rimane in attesa di
conoscere gli eventi.

Il Presidente
Pietro Vittorio Barbieri



La Fish è una federazione di associazioni nazionali e locali nata nel 1994
che si propone di promuovere politiche di superamento dell'handicap,
partendo dai principi di tutela dei diritti umani e civili delle persone con
disabilità e dalle Regole standard dell'Organizzazione delle Nazioni Unite.
Interviene per garantire la non discriminazione, la eguaglianza delle
opportunità e l'integrazione sociale in tutti gli ambiti della vita. Le sue
attività primarie sono: coordinamento nazionale delle associazioni aderenti;
rappresentanza presso le istituzioni della voce unitaria dei disabili nei
confronti del Governo, del Parlamento e di altre istanze nazionali;
partecipazione alla consulta nazionale per la disabilità del Dipartimento
degli Affari Sociali, Presidenza del Consiglio; partecipazione alla consulta
delle associazioni presso l'osservatorio sull'integrazione scolastica del
Ministero della Pubblica Istruzione; partecipazione alla consulta delle
associazioni del Ministero del Lavoro e della Previdenza Sociale;
partecipazione a tutte le commissioni e comitati nazionali in cui si
trattano le tematiche attinenti alla disabilità . Alla Fish aderiscono
ventuno associazioni nazionali, le associazioni locali di sei Regioni già
raggruppate nelle rispettive Fish regionali e due associazioni locali.




interventi dello stesso autorediscussione chiusa  condividi pdf