tam tam |  software libero  |
Truffe, imbrogli o raggiri?
mauro artibani - 24-09-2007
20 settembre, ore 17,43.

Nella mia casella di posta elettronica trovo una e-mail del mio provider LIBERO.
L'oggetto: "Attenzione dominio in omaggio! Libero spot".
Il testo: "REGISTER.it TI REGALA un dominio. Una promozione speciale! Servizi professionali e solo per oggi un dominio IN OMAGGIO".
Si chiede di inserire l'indirizzo e-mail e registrarsi.
Inserisco l'e-mail, clicco sul bottone "registrati è gratis" e.... si cambia pagina.
"INIZIA DA QUI" sta scritto.
Clicco su "registrati è gratis" ma il bottone risulta bloccato.
Riprovo, rifaccio il percorso daccapo; niente.
Insomma...
CIRCUITO dalla gratuità: non esistono pasti gratis!
ABBINDOLATO da calibrate circonvoluzioni: REGISTER ti regala; registrati è gratis.
INGANNATO perché quella promessa non viene mantenuta: non ho avuto il dominio, sono stato dominato.
Truffa? Forse è troppo.
Imbroglio? Ne ho il sospetto.
Raggiro? Ecco, sì. Raggiro: del mio provider che ha usato il suo "credito" per farmi aprire l'e-mail, di REGISTER.it che promette ma non mantiene ed in più ha scippato il mio indirizzo.
MORALE....
Ma quale morale?
Bisogna fare ATTENZIONE; fare molta attenzione.
Non aprirò più le e-mail targate LIBERO.it e se dovessi prendere un dominio: no REGISTER.. Non hanno fatto un buon affare!
INSOMMA: le informazioni "sensibili" sul NOSTRO conto - non solo l'indirizzo elettronico anche il chi sono, cosa penso, cosa mangio, le mie propensioni, le idiosincrasie, i vizietti e quant'altro - hanno un valore di mercato cospicuo. Si fanno carte false per averle.
Esiste una "borsa nera" dove vengono quotati questi "titoli".
Sono nostri.
Proteggiamoli.
Utilizziamo le norme sulla privacy, distilliamone l'impiego.
Salirà il loro valore e, se occorre, potremo venderli: sono occasioni di REDDITO.


P.S.
23 settembre

Quel "bottone" forse non era bloccato.
REGISTER mi ha contattato via mail per perfezionare l'iscrizione.
Devo compilare un form.
Tra i dati richiesti : gli estremi della carta di credito e del gratis.... neanche l'odore ... sic!

Mauro Artibani

professionalconsumer.splinder.com
professioneconsumatore.org



discussione chiusa  condividi pdf