Diffidiamo i sindacati dal firmare accordi a scuole chiuse!
Forum Insegnanti - 25-06-2007
Ennesimo oltraggio alla democrazia sindacale: il 16 giugno è stata raggiunta un'intesa governo-sindacati sulla scuola che Cgil, Cisl , Uil e Snals si propongono di sottoscrivere nei prossimi giorni, senza consultare i lavoratori.

Dopo il contratto del 29 maggio , ecco l'intesa sulla scuola del 16 giugno. In entrambi i casi i sindacati, che sono considerati tra i più importanti e rappresentativi, si arrogano il diritto di sottoscrivere accordi di rilevante portata che incidono profondamente sui diritti dei lavoratori e sulla fisionomia della scuola pubblica statale del prossimo futuro, senza consultare la base.

Ciò costituisce un' intollerabile e reiterato oltraggio alla democrazia sindacale, verso il quale si rende necessaria una incisiva e immediata protesta.

Vorremmo poter considerare ancora i sindacati come organizzazioni dei lavoratori fondate sul principio della rappresentanza, ma constatiamo che la loro dirigenza, coinvolta nella trattativa, sta agendo senza sentire alcun dovere di chiedere il parere dei lavoratori, operando come una casta chiusa che sceglie come unico interlocutore la controparte, dimenticando di trattare su mandato dei lavoratori che rappresentano e ignorando quei metodi democratici che dovrebbero costituire uno strumento essenziale della propria identità e della propria funzione.

Dal mondo della scuola è emerso vivo sdegno nei confronti dei governi che non hanno voluto ascoltare nè coinvolgere nelle scelte politiche riguardanti la scuola coloro che in essa operano. Siamo ora sconcertati di dover usare gli stessi argomenti nei confronti di chi dovrebbe essere il proprio portavoce.

In questa sede non entriamo approfonditamente nel merito dell'intesa sulla scuola del 16 giugno, riservandoci di pubblicare prossimamente un' analisi dettagliata delle criticità in essa contenute . Notiamo tuttavia, ad una prima lettura del documento, che si muove in senso diametralmente opposto alle richieste avanzate in questi anni dal mondo della scuola e anche, in particolare, da quelle da noi formulate nella Lettera ai Sindacati della Scuola , che invitiamo a sottoscrivere in massa e a diffondere.

Ciò che ci preme maggiormente sottolineare in questa sede, invece, è la deriva anti-democratica dei sindacati confederali, alla quale non possiamo e non dobbiamo rimanere indifferenti.

Per questo sollecitiamo insegnanti ed operatori della scuola ad inviare la seguente e-mail di protesta agli indirizzi di seguito elencati, copincollandola e sottoscrivendola con nome, cognome, professione, città.

Il Forum Insegnanti

--------------------------------------------

Destinatari:

organizzazione@flcgil.it

cisl.scuola@cisl.it

segreterianazionale@uilscuola.it

Ai Segretari Generali delle Organizzazioni Sindacali della Scuola

OGGETTO: NO AGLI ACCORDI A SCUOLE CHIUSE!

Esprimiamo viva protesta per la condotta sindacale seguita nel corso delle trattative per il rinnovo dei contratti sul pubblico impiego, conclusesi, senza alcun mandato da parte dei lavoratori, con l'accordo del 29 maggio, che prevede misure penalizzanti per i diritti e il salario dei lavoratori, contestando in particolare la "triennalizzazione".
Con profondo disappunto apprendiamo che, con l'intesa del 16 giugno sulla scuola, per l'ennesima volta, vengono raggiunti accordi che mettono in discussione l'assetto della stessa ed il ruolo della funzione docente, senza consultare i lavoratori.
Nel denunciare un grave deficit di democrazia sindacale e di rappresentanza, con la presente diffidiamo i sindacati dal firmare qualsiasi accordo a scuole chiuse!

Firma...

-----------------------------------------

(Chi aderisce all'iniziativa è pregato di comunicarci l'avvenuta spedizione dell'email di protesta ai sindacati scrivendo a info@foruminsegnanti.it )

Documenti correlati:
- Comunicato Flc Cgil
- Testo dell'intesa governo-sindacati sulla scuola del 16 giugno 2007
interventi dello stesso autorediscussione chiusa  condividi pdf