Arturo Ghinelli - ultimi interventi
Arturo Ghinelli - 31-03-2009
Come operatori scolastici non prestiamo il giuramento di Ippocrate, ma siamo convinti di essere fedeli servitori della Repubblica e della sua legge fondamentale, la Costituzione che all'articolo 3 sancisce l'uguaglianza di tutti i cittadini senza distinzione di sesso, di razza, di lingua, di religione e all'articolo 34 stabilisce che la scuola è aperta a tutti.
Noi siamo convinti di rispettare la Costituzione non denunciando i bambini, e voi?
Non vorremmo che la prossima volta ci intimaste di farli entrare solo se portano cucito sul grembiule la E di extracomunitario.
Arturo Ghinelli - 15-11-2007
20 novembre giornata internazionale dei diritti dei bambini.

"Dove andate bambini?"
"Al Teatro Comunale a vedere uno spettacolo di musica"
"Allora non manca niente ai ragazzi di oggi"
"Forse qualche autobus" ho risposto alla vecchietta che si era ritrovata in autobus con 90 bambini delle nostre prime classi.
Poi in attesa di arrivare al Teatro ho ripensato all'osservazione della signora collegandola con il fatto che il 20 novembre si celebra la giornata dei diritti dei bambini e delle bambine. Certamente le generazioni più anziane facendo il confronto con la propria infanzia sono convinte, come la signora, che ai bambini di oggi non manchi niente. E dal punto di vista dei nonni è sicuramente vero, a patto che i bambini abitino in un paese ricco come il nostro, perché nella maggior parte del mondo ai bambini manca quasi tutto a partire dall 'indispensabile per sopravvivere, per non parlare dell'istruzione che è ancora un miraggio per milioni di bambini in tutto il mondo.
Del resto se la maggior parte di loro è destinata a morire entro i 5 anni di vita, quello di andare a scuola è un problema che non si pone nemmeno. Ma questi bambini esistono solo in televisione, che qualche volta turba i nostri pranzi mostrandoceli con il ventre gonfio mentre circondano una principessa o un'attrice cinematografica. In tutti i casi per far tacere l'inquietudine che ci prende al vederli di solito basta mandare un sms al numero di una ong ed ecco che l'abbiamo salvato (ci sentiamo veramente onnipotenti in questi casi). Per quelli tra noi che non si sentono soddisfatti c'è sempre la possibilità di una adozione a distanza.
Ma ai bambini che non sono distanti, anzi sono talmente vicini che li possiamo incontrare in autobus,manca forse qualcosa?
Arturo Ghinelli - 20-11-2006
20 novembre: giornata internazionale dei diritti dei bambini

Il Comune di Torino ha deliberato il regolamento comunale per tenere i cani in città.
Secondo questo regolamento i cani hanno diritto a tre uscite al giorno, ma vanno tenuti al ...
Arturo Ghinelli - 06-09-2006
In Italia gli insegnanti sono come i giocatori di calcio: tutti ne parlano e tutti "sanno" come farli lavorare perché ottengano dei risultati. Siamo un paese di 57milioni di allenatori e di quasi altrettanti ministri della P.I. Per questo è ...
Arturo Ghinelli - 08-06-2006
Giuro che la prima volta che ho trovato scritto "demorattizzarsi" non avevo capito cosa volesse dire. Pensavo fosse il solito slogan basato sul gioco di parole legato al nome dell'ex ministro. In tante manifestazioni s'era visto il cartello con su ...
Arturo Ghinelli - 03-03-2006
La mia collega mi assicura di aver assistito, non vista, a questo dialogo tra alcuni nostri alunni di quarta classe, durante la pausa dopo il pranzo.

M. (figlio di testimoni di Geova): "Arturo crede nel mio Dio"
H. (figlia di musulmani): "No, ti ...
Arturo Ghinelli - 04-02-2006
Elogio delle maestre autonome e responsabili.

Genitori fate molta attenzione alle pagelle che firmate in questi giorni, perché firmando vi renderete complici di un illecito. Infatti il portfolio, la pagella della Moratti per intenderci, è ...
Arturo Ghinelli - 01-02-2006
Nelle prime ventiquattro pagine della sua "Lettera a un insegnante" Vittorino Andreoli mette le mani avanti per cercare di togliere ogni dubbio sul fatto che questo suo sia l'ennesimo libro contro gli insegnanti e, a mio parere, ci riesce. Infatti era molto tempo che non mi capitava di trovare un non addetto ai lavori fare le affermazioni che l'autore fa nel preambolo della sua lettera.
Nel loro "Prima di tutto la scuola" Chiara Acciarini ed Alba Sasso affrontano la discussione sul rinnovamento della nostra scuola partendo da qualche certezza e da qualche speranza. Non ringrazierò mai abbastanza le autrici per il loro lavoro; perché, a questo punto della sua storia, la scuola italiana aveva bisogno proprio di questo.
Arturo Ghinelli - 20-01-2006
A distanza di cinque anni dall'istituzione della giornata della memoria (Legge 20 luglio 2000, n°211) il lavoro delle scuole ha fatto emergere che il senso della legge sta proprio nella sua valenza formativa.
Infatti esiste un rapporto intrinseco ...
Arturo Ghinelli - 07-01-2006
DEDICA
"Un grande ringraziamento a tutti quelli che mi hanno insegnato il francese.
Dedico questo libro ai miei genitori perché,all'età di undici anni,quando ho scelto il francese senza conoscerne neanche una parola, essi hanno accettato la mia ...
Selezione interventi
Ultimi interventi
Anno scolastico 2000 - 2001
Anno scolastico 2001 - 2002
Anno scolastico 2002 - 2003
Anno scolastico 2003 - 2004
Anno scolastico 2004 - 2005
Anno scolastico 2005 - 2006
Anno scolastico 2006 - 2007
Anno scolastico 2007 - 2008
Anno scolastico 2008 - 2009
Anno scolastico 2009 - 2010
Anno scolastico 2010 - 2011
Anno scolastico 2011 - 2012
Anno scolastico 2012 - 2013
Anno scolastico 2013 - 2014
Anno scolastico 2014 - 2015
Anno scolastico 2015 - 2016
Anno scolastico 2016 - 2017
Anno scolastico 2017 - 2018
Anno scolastico 2018 - 2019