Enrico Maranzana - ultimi interventi
Enrico Maranzana - 11-02-2017
Seicento docenti universitari hanno inviato una lettera aperta al Presidente del Consiglio per denunciare le carenze linguistiche degli studenti che accedono agli studi accademici. Le linee d'intervento proposte si sostanziano "nell'introduzione di momenti di seria verifica durante l'iter scolastico, condizione indispensabile per l'acquisizione e il consolidamento delle competenze di base".
Enrico Maranzana - 09-04-2016
"L'autonomia si sostanzia di progettualità", sancisce la norma del 1999. Ogni scuola può elaborare e gestire le proprie strategie. L'incoerenza del sistema normativo ha impedito la realizzazione d'unità scolastiche in grado di intendere e di volere. L'assenza di professionalità è il secondo impedimento. Ne discende la necessità di ipotizzare percorsi per la preparazione professionale del personale scolastico che valorizzino: gli aspetti d'ammodernamento presenti nella legge, la visione sistemica, i dettami delle scienze dell'organizzazione, la dilatazione del concetto di disciplina, arricchita dai problemi da cui sono derivate le relative conoscenze e dai corrispondenti metodi d'indagine, una metodologia didattica in grado di veicolare una corretta ed espansa immagine delle discipline.
Enrico Maranzana - 27-02-2016
La codifica (coding) è la fase conclusiva dell'approccio informatico alla realtà. Inizialmente si esplora il caso per individuarne le problematiche, successivamente sidefinisce il problema attraverso la specificazione dei risultati attesi, si passa poiall'analisi dei dati disponibili e al reperimento di quelli necessari e, formulata lastrategia risolutiva, ci si rapporta al computer. Quest'ultima fase è molto delicata in quanto, vista la rigidità dello strumento, non si può prescindere dalla sua sintassi: un formalismo faciliterà la comunicazione verso l'esecutore.
Enrico Maranzana - 02-01-2016
Il significato delle parole è contestuale. La valenza educativa del laboratorio varia al variare del campo di definizione che è delimitato dalla legge 107/15 [Sistema Nazionale di Istruzione e di Formazione] e, dall'altro lato, dalla legge 53/2003 [Sistema Educativo di Istruzione e di formazione]. Alla varietà di tonalità di grigio, che intercorrono tra il bianco e il nero, corrisponde una varietà di laboratori.In questo scritto si forniranno link a materiali didattici esemplificativi, mirati alla promozione di capacità, capacità che traspaiono dal comportamento che esibisce lo studente che affronta un compito (competenza).
Enrico Maranzana - 11-04-2015
Scrive Thomas Eliot: Dov'è la saggezza che abbiamo perso in conoscenza? Dov'è la conoscenza che abbiamo perso in informazione? Interrogativi integrati da:
Enrico Maranzana - 05-05-2014
Al via il bando per progetti didattici contro la dispersione, 15 milioni di euro alle scuole per attività integrative e pomeridiane. La strategia di contrasto consiste nell'incremento delle risorse "destinate alla realizzazione di percorsi didattici personalizzati e per piccoli gruppi di studenti a rischio abbandono e ad attività integrative rivolte a tutti gli studenti, anche attraverso il prolungamento dell'orario scolastico". Si tratta di un intervento a difesa della tradizionale gestione della scuola: della sua validità non si vuole discutere! Un assaggio dei risultati che si sarebbero potuti ottenere dal dovuto rinnovamento delle attività di classe è visibile in rete ...

Enrico Maranzana - 21-12-2013
Un'attività laboratoriale di matematica per la scuola secondaria di primo grado sul principio di Archimede. L'attività contiene le seguenti fasi del percorso: illustrazione del campo in cui sorge il problema; lavoro di gruppo; esposizione alla classe delle produzioni con successive discussione e sintesi; sistematizzazione dei risultati; distribuzione e utilizzo del materiale di rinforzo.
Enrico Maranzana - 14-12-2013
Gli studenti sono chiamati a riflettere sull'origine della matematica e, in particolare, sul passaggio dalle "cose del mondo" agli "oggetti disciplinari". L'attività di classe ruota intorno al lavoro di gruppo. L' obiettivo principale del percorso è perseguito operando nell'ambito dei numeri naturali e dei sistemi di numerazione. Le attività proposte coprono una ampia fascia di traguardi formativi: riconoscere il sistema di numerazione in cui inquadrare il problema e esprimere il risultato, operare nel rispetto delle regole dei diversi sistemi di numerazione. Il percorso e' stato progettato (e sperimentato con esito positivo) per le classi prime della scuola secondaria di primo grado.
Enrico Maranzana - 24-09-2013
Classe di riferimento: V primaria/I secondaria 1° grado.
Per costruire una piramide con base quadrata gli egiziani, cinquemila anni fa, utilizzavano il cosiddetto metodo della corda, che restituiva degli angoli retti, di 90°. Prendevano una corda lunga 12 unità, con nodi che la dividono in parti di 3,4,5 unità di lunghezza. Prendevano le estremità della corda e le tendevano, facendole combaciare. Inserivano un paletto nel punto d'unione. I tre paletti determinavano i vertici di un triangolo rettangolo. Puoi controllare la validità della regola ...