spazio forum DIDAweb spazio forum DIDAweb
21 Ottobre 2020 - 10:06:57 *
Benvenuto, Visitatore. Per favore, effettua il login o registrati.

Login con username, password e lunghezza della sessione
News:
Benvenuti nello spazio forum del DIDAweb.

Per segnalazioni o richiesta di informazioni, non esitare a contattarci all'indirizzo forum@didaweb.net
 
   Home   Help Ricerca Login Registrati  
Pagine: [1]
  Stampa  
Autore Topic: Clima intimidatorio durante la visita della delegazione dell’Osce  (Letto 2428 volte)
Luisa
Administrator
Sr. Member
*****
Posts: 358


Guarda Profilo
« il: 26 Luglio 2008 - 11:58:28 »

Clima intimidatorio durante la visita della delegazione dell’Osce

La delegazione dell’Osce è questa settimana in Italia per verificare le violazioni dei diritti umani, subite da Rom e Sinti. La visita è iniziata lunedì a Milano. Il primo insediamento visitato dall’organizzazione per la sicurezza e la cooperazione in Europa è stato quello della famiglia Bezzecchi, insediamento rom “censito” dal Governo italiano all’inizio di giugno.

Giorgio Bezzecchi è rimasto sorpreso e turbato dallo spropositato spiegamento di forze dell’ordine a seguito della missione Osce. Decine di agenti in borghese e in divisa fanno da “scorta” alla delegazione, incutendo un forte timore nelle famiglie rom che non si sentono sicure nell’esplicitare la situazione che sono costretti a vivere. La paura di ritorsioni è grande.

Noi di sucardrom invitiamo i Rom e i Sinti a non aver paura. Il momento è molto difficile e le continue esternazioni del ministro Maroni certo non aiutano ma oggi è il momento di parlare e denunciare la situazione di segregazione e di discriminazione, vissuta da tanti Cittadini italiani appartenenti alle minoranze sinte e rom.

La missione Osce è un’occasione troppo importante per rimanere in silenzio davanti ai soprusi che quotidianamente i Sinti e i Rom sono costretti a subire. Questo Governo deve capire che non rimarremo in silenzio davanti alle continue vessazioni e discriminazioni.

Consigliamo alle comunità di Roma, dove è oggi la missione Osce, e quelle di Napoli ad utilizzare le lingue sinte e romanés per parlare con i membri dell'Osce per evitare che chi "scorta" la missione possa in alcun modo influenzare i racconti.

http://sucardrom.blogspot.com/2008/07/clima-intimidatorio-durante-la-visita.html
Loggato
Pagine: [1]
  Stampa  
 
Salta a:  

Powered by SMF 1.1.20 SMF © 2006-2008, Simple Machines